Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
20 Giu 2019   18:12
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 8 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:



n. 4/07 ORIZZONTI
Periodco: ORIZZONTI ieri, oggi, domani Anno Dicembre 2007 numero 4 Di seguito trovate gli articoli pubblicati per questo Argomento.
Di seguito trovate gli articoli pubblicati per questo Argomento.


Nome argomento: n. 4/07 ORIZZONTI

Vedi tutti gli articoli per questo argomento.

Vinicio Munalli
Gli Auguri dell’Amministrazione dei Beni Civici di Vazia 
Cari lettori di Orizzonti, uscendo questo numero in concomitanza con le festività natalizie, colgo innanzitutto l’occasione per porgere a tutti i miei più sentiti auguri anche a nome dell’Amministrazione che ho l’onore di rappresentare, e in secondo luogo festeggiare insieme a voi il terzo anno di vita del periodico Orizzonti.
Bianco Natale o Natale in bianco?
Bianco Natale o Natale in bianco?
Arriva il Natale, la festa più attesa dell’anno, la festa capace di far riunire le famiglie, con la sua atmosfera così carica di religiosità, di usanze, di simboli, di colore, di doni e… di rincorsa agli acquisti.
Cosa ci porterà Babbo Natale quest’anno? Cosa troveremo sotto l’albero? Queste le domande più ricorrenti tra quei giovanissimi che hanno ancora la fortuna, beati loro, di poter giocare con la fantasia, anche se, diciamo la verità, un Natale senza neanche un piccolo scambio di doni non riusciremmo proprio ad immaginarlo neanche «noi grandi».
Chiesa Parrocchiale di Lisciano
Il nostro territorio
La Chiesa Parrocchiale di Lisciano...…e la Chiesetta del Cimitero?
Vogliamo sottolineare dalle pagine del nostro giornale che, finalmente, la bella chiesa parrocchiale di Lisciano ha ottenuto le cure che necessitavano per sanare le ferite che il tempo e l’incuria degli uomini le avevano inflitto.
Grazie all’interessamento dell’Amministrazione dei Beni Civici, di tanti cittadini della zona e soprattutto della Curia, si è potuto dare il via ai lavori che riguardano il tetto e altre strutture portanti che avevano urgente bisogno di essere restaurate.
Il territorio tra Lisciano e la Papena
VECCHIE CARTE E NOMI ANTICHI
Il territorio tra Lisciano e la Papena descritto in una antica e storica mappa catastale
di Alberto Dionisi
 La Pianta dimostrativa di con-finazione Catastale di Lugnano, e Cantalice, e Lisciano fu realizzata quasi duecento anni fa, nel febbraio del 1812.
In quegli anni il governo di re Gioacchino Murat s’era impegnato per la riforma del catasto; bisognava rilevare e mappare il territorio del Regno.
Fu in quella occasione che la linea di confine tra Lugnano e Cantalice fu modificata, a discapito di Cantalice, che perse una fetta consistente del suo territorio (Cerreto, Ferone,  San Cataldo, Chiuriano e altro) a vantaggio di Lugnano, col pretesto della eccessiva vicinanza del vecchio limite a Lisciano, villaggio del comune di Lugnano.
Da Rieti a Santiago de Compostela
Il progetto transnazionale «per agros» entra nella fase esecutiva
Da Rieti a Santiago de Compostela
Dall’otto all’undici novembre una delegazione di amministratori locali  guidata dal presidente della Provincia Fabio Melilli e da quello del Gal di Rieti Enzo Antonacci  si è recata a Santiago de Compostela in Galizia per approfondire la conoscenza del cammino di Santiago.
LA GIOIA DI CREARE
LA GIOIA DI CREARE
Artisti di casa nostra: ITALO CRISOSTOMI «scultore»
Nella nostra città vive ed opera un artista la cui fama ha superato da un bel po’ di anni i confini nazionali ed europei. Stiamo parlando di Italo Crisostomi che abbiamo incontrato nell’abitazione di Rieti e che  ci ha dato la possibilità di visitare la sua Galleria privata: un luogo suggestivo e ricco di atmosfere che coinvolgono e fanno sognare!
Le giornate vissute a Rieti da Giuseppe Garibaldi
Nel bicentenario della sua nascita
Le giornate vissute a Rieti da Giuseppe Garibaldi
«Nato di popolo, democratico di abitudini, educato dalla Giovine Italia al culto delle idee, Garibaldi ama il popolo e crede in esso. Lo segue l’Italia non officiale, l’Italia del popolo, l’Italia dei volontari, l’Italia dei giovani, l’Italia che freme unità, l’Italia dell’avvenire».
Le parole del suo maestro e contemporaneo Giuseppe Mazzini sono la testimonianza migliore per descrivere la figura carismatica e l’integrità morale del grande personaggio che fu Giuseppe Garibaldi, doti che permisero a questo padre della patria di essere senza dubbio la figura più amata di tutto il periodo storico del Risorgimento italiano.
Tutti in piedi per questa Rieti
Basket: visti dalla tribuna
«Tutti in piedi per questa Rieti!!!»
Questo è il coro con cui la curva «Terminillo» invita tutto il resto del PalaSojourner ad alzarsi in piedi per una colorata standing ovation fatta di applausi e cori che ritmano la scansione in sillabe dello storico nome Sebastiani, quasi a stringere i propri beniamini in un ideale abbraccio.
Si fosse n’aucillo...
Ornitologia, l’hobby che permette di avvicinarsi agli unici esseri viventi rimasti estranei alle numerose nevrosi umane
«Si fosse n’aucillo...»
di Simona Di Giannantonio
Classificare gli animali è un compito che l’uomo si è dato fin dall’antichità, basti pensare alla Bibbia, che nel libro della Genesi, narra la creazione del mondo facendo una suddivisione sommaria delle forme di vita in animali acquatici e uccelli (quinto giorno), animali terrestri e uomo (sesto giorno).
Il pittore che sussurrava ai cavalli
GIOVAN FRANCESCO GONZAGA
«Il pittore che sussurrava ai cavalli»
È scomparso  il 2 ottobre 2007 Giovan Francesco Gonzaga, un grande Maestro dell’Arte Contemporanea. Era nato a Milano il 12 giugno 1921 e l’arte è stata un elemento costante della sua vita, fin dai primi anni: a  sette anni vince infatti un premio assoluto e a dieci esegue trecento disegni raccontando il cammino del genere umano dall’età della pietra fino alla fine della prima guerra mondiale.