Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
19 Ott 2017   22:03
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 2 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

Solsonica Rieti
Inviato da : admin Mercoledì, 05 Marzo 2008 - 16:53
Buon avvio di stagione per la Solsonica Rieti nel campionato del ritorno in massima serie
Diciamoci la verità, dopo le numerose vicissitudini affrontante dalla società sia finanziarie che logistiche, nessuno si sarebbe aspettato che dopo dodici giornate di campionato, la Sebastiani occupasse l’undicesima posizione in campionato con 12 punti e la possibilità di giocarsi l’accesso alle Final Eight di Coppa Italia dato che la classifica è molto corta ed alla fine del girone d’andata mancano solo cinque partite di cui tre da giocare in casa, però, viste le potenzialità espresse dalla squadra, c’è un po’ di rammarico per come sono maturate alcune sconfitte in partite che, per quello che si è visto in campo, la Solsonica avrebbe potuto tranquillamente vincere.


Bisogna dare atto al presidente Papalia ed a tutto lo staff tecnico di aver costruito un’ottima formazione che può contare sia sull’esperienza di veterani del nostro campionato come Prato, Bonora e Mian, che sulla classe degli americani giunti in estate a Rieti in particolare Sow (14,4 punti, 10,5 rimbalzi e 2,8 recuperi a partita) e Finley (17,3 punti e 3,7 assist) , senza dimenticare il rendimento continuo di Hurd (12, 5 punti, 6 rimbalzi e un recupero).
La squadra ha offerto finora ottime prestazioni concedendosi il lusso di battere formazioni blasonate e costruite con budget di gran lunga superiori come Roma e Milano ed in città tra i tifosi molti già sono quelli che aspirano a qualcosa di più di una semplice salvezza, il coach Lino Lardo predica calma ed invita i suoi uomini a guardarsi le spalle dichiarando che l’obbiettivo prioritario della stagione sarà quello di mantenere inalterato o aumentare il distacco ,attualmente di 6 punti, dalle ultime due posizioni conquistando così una salvezza tranquilla.
In queste prime dodici giornate  sono cominciate ad affiorare anche le prime carenze della squadra, quello che preoccupa di più sicuramente è il problema infortuni, la Sebastiani sta gestendo un periodo molto difficile in quanto molti giocatori non sono al meglio della condizione, le contemporanee assenza di Finley e Bonora hanno lasciato la squadra senza play maker costringendo Prato ad adattarsi in un ruolo non suo svolgendolo peraltro abbastanza bene, ma l’assenza di Finley, giocatore capace di inventare il canestro anche quando la squadra non gira bene, è risultata determinante in almeno un paio di sconfitte.
Altre problematiche sono connesse al rendimento di Carter il quale, forse a causa della giovane età, non riesce ad ambientarsi e sta deludendo le aspettative nonostante le grandi potenzialità che ha fatto intravedere in precampionato, la società è vigile sul mercato e, se riuscirà ad individuare un play guardia in grado di gestire il gioco ed essere un buon realizzatore, potrebbe anche procedere al taglio del giovane americano; infine pesano sulla classifica della Sebastiani alcune partite gettate alle ortiche per mancanza di lucidità nei momenti chiave soprattutto la sconfitta esterna contro Varese alla quarta giornata  e quella interna contro Udine all’ottava.
Visto il quadro generale, se la squadra saprà rimanere concentrata mantenendo l’attuale rendimento e recuperare in pieno i giocatori indisponibili allora il cammino verso la salvezza potrebbe diventare meno tortuoso del previsto.
A.D.A
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato