Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
27 Giu 2017   10:41
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 2 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

Da non perdere in Sabina
Inviato da : admin Mercoledì, 05 Marzo 2008 - 16:54
Da non perdere in Sabina
Nella splendida cornice del lago del Turano in provincia di Rieti, la piccola ma suggestiva Colle di Tora ospita fino ad agosto prossimo, nei locali «il Cantinone», le opere di Oreficeria artistica, realizzate direttamente con le foglie raccolte nelle montagne adiacenti il Lago, del maestro Stefano Belfiore, creatore dell’anello «Co-losseo», simbolo ufficiale di Roma. Il Maestro Orafo, artista riconosciuto a livello mondiale, e gli esponenti del Comune sono sicuri che questo nuovo modo di rappresentare il territorio, con il connubio tra arte, cultura e turismo costituisca un motivo in più per visitare questa località.


Il 17 gennaio, a Posta, si svolgerà la manifestazione, organizzata dalla Confraternita di Sant’Antonio, la festa di Sant’Antonio Abate che, oltre alla messa e alla processione, prevede: il taglio delle stanghe, l’accensione del fuoco, la sagra degli zampetti, la distribuzione della polenta, oltre a musica, balli e giochi popolari. Per informazioni: Comune di Posta, tel. 0746 951258.
Presso il Museo Civico di Rieti, nella Sezione Archeologia, è stata prorogata fino al 6 gennaio la mostra «Le Legioni di Roma. L’armamento dal IV sec. a.C. al IV sec. d.C.». Dettagliate ricostruzioni scientifiche di armature, bronzi, elmi ed accessori in uso nell’esercito romano, concepite e realizzate attraverso studi approfonditi sui reperti presenti nei maggiori musei di Europa e Stati Uniti. L’esposizione dei manufatti, ricostruiti anche con le antiche tecniche di fusione e di sbalzo, è raccontata attraverso l’au-silio di pannelli e disegni che li descrivono con grande rigore archeologico e forniscono le informazioni di dettaglio relative all’uso ed al rinvenimento del singolo oggetto.
Dagli antichi elmi di derivazione corinzia o etrusca agli essenziali elmi in bronzo di Montefortino e così via, verso le evoluzioni più complesse degli elmi Gallico Imperiali. La mostra è visitabile nell’orario di apertura del Museo: martedì, mercoledì e giovedì dalle 8.30 alle 13.30 e venerdì e sabato dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 18.30, domenica e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30. Per informazioni Museo Civico di Rieti, Via di S. Anna 4, ex monastero di S. Lucia, tel. 0746 488530, 0746 287280, 0746 287240.
E. R
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato