Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
19 Ago 2017   11:16
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 1 visitatore e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

Appuntamenti con la Libreria Moderna
Inviato da : admin Mercoledì, 05 Marzo 2008 - 16:56
Rieti: Appuntamenti con la Libreria Moderna

La Libreria Moderna di via Garibaldi a Rieti continua a organizzare i suoi fortunati e seguitissimi appuntamenti negli accoglienti «meandri» del Teatro dei Condomini. Il gustoso mix di musica, parole ed emozioni, il 10 novembre scorso ha proposto la pièce teatro-musicale «Non senti che ti chiamo». L’ospite era davvero d’eccezione: Paolo Damiani, celebre contrabbassista, violoncellista, compositore e direttore d’orchestra, uno dei maggiori jazzisti europei, grande divulgatore e ricercatore musicale, tra i primi in Europa a proporre contaminazioni tra jazz e strumentistica popolare.


Un artista poliedrico che vanta importantissime collaborazioni discografiche e live con musicisti come Pat Metheny, Kenny Wheeler, Paolo Fresu e Giorgio Gaslini, solo per citarne qualcuno, nonché autore di performance letterarie con Stefano Benni, teatrali (Arnoldo Foà, Lella Costa, Davide Riondino) e coreutiche con Virgilio Sieni.
La serata è stata davvero molto suggestiva, intensa e carica di emozioni, con un testo poetico di Antonella Sotira, evocativo di immagini dolci e sensuali,  interpretato da Riccardo Flammini e Stefania Mellace, i movimenti di danza e le coreografie, affidati alla sinuosa grazia di Rita Patti e le magiche note di Paolo Damiani, che con il suo violoncello riesce a produrre sequenze melodiche e ritmiche di rara potenza espressiva. Un esperimento inedito per questo testo, ma anche una conferma importante per un artista che ha fatto della proget-tualità la sua connotazione principale. Un modo creativo e fantasioso di «narrare», attraverso le note, i movimenti del corpo, la forza intrinseca del verbo, la bellezza e l’amore.
Paolo Damiani e il suo gruppo hanno interpretato al meglio lo spirito con cui la Libreria Moderna organizza e promuove i suoi eventi, mirando alla fusione di diversi linguaggi artistici
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato