Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
25 Giu 2017   21:04
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 4 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

Importante sentenza
Inviato da : admin Lunedì, 28 Aprile 2008 - 18:19
Rieti: importante sentenza della Commissione Tributaria Provinciale
rubrica a cura dell’avv. Augusto Principi
La prima sezione della Commissione Tributaria Provinciale di Rieti ha emesso una sentenza molto importante per i cittadini di detto comune, colla quale ha accertato e stabilito la nullità della cartella di pagamento recante Tassa Rifiuti Solidi Urbani per gli anni 2006 – 2007, emessa per conto del Comune di Rieti dall’agente per la riscossione della provincia di Rieti, Equitalia Rieti s.p.a. colla quale l’ente impositore iscriveva a ruolo ordinario l’ imposta,  da corrispondersi in due rate bimestrali oltre l’importo di euro 5,88, per diritti di notifica.
In sintesi, la ragione giuridica per la declaratoria di nullità della cartella consiste nell’aver ritenuto errata ed illegittima l’applicazione retroattiva del tributo, in asserita violazione dell’art. 3 L. n. 212 del 2000 e dell’art. 53, comma 16 L. n. 388 del 2000, come modificato dall’art.27, comma 8 L. n. 448 del 2001.


Il comune non poteva richiedere l’imposta ed  ha errato le procedure per l’iscrizione a ruolo.
Con la delibera n. 40 del 26.09.2006,  il Comune di Rieti aveva  deciso:
a)    di approvare variazioni al bilancio di previsione per il 2006 prevedendo maggiori entrare al Cap. 80/20 per €. 450.000,00 per «TARSU» ruolo suppletivo e maggiori spese al Cap. 1871/00 per 450.000,00 euro per «Maggiori oneri per con-ferimento smaltimento rifiuti ecc.»;
b)    «di autorizzare l’emissione del ruolo suppletivo da predisporre a cura del Dirigente del Settore Finanziario definendo l’ammontare dovuto all’ASM Rieti s.p.a. a seguito dell’aumento tariffario per lo smal-timento rifiuti».
Con la determinazione del Comune di Rieti n. 1316 del 26.06.2007, infine, il Dirigente del Settore Finanziario, anche per far fronte ai pagamenti dovuti all’ASM Rieti s.p.a. ed ovviare così all’instaurarsi di una possibile e temuta emergenza rifiuti (cfr. note Prefettura di Rieti n. 13744/27.1 gab. del 19.07.2007 e ASM Rieti s.p.a. n. 3180 del 24.07.2007), dava esecuzione al mandato ricevuto con la deliberazione consiliare n°40/2006, disponendo l’emissione dell’ulteriore ruolo dopo avere già disposto, con determinazione n. 926 del 13.06.2006, l’emissione dei ruoli ordinari per l’anno 2006.
Per il cittadino, che dovrebbe o avrebbe dovuto pagare la cartella, la sentenza produce, in ogni caso, effetti positivi.
Infatti, esiste la possibilità di richiedere il rimborso di quanto ingiustamente pagato al Comune di Rieti.
È sufficiente inoltrare al Comune di Rieti una raccomandata con la richiesta di rimborso ,facendo chiaro riferimento alla sentenza di cui sopra.
Se gli Uffici preposti rifiutassero di concedere il rimborso (con chiara motivazione scritta), o se trascorsi 90 giorni dalla ricezione della richiesta di rimborso, il Comune di Rieti non «desse cenni di vita» si può ricorrere, in entrambi i casi, sempre alla Commissione Tributaria, che, dopo la sentenza già emessa , non sussistendo  particolari problematiche al riconoscimento delle richieste di rimborso, sicuramente accoglierà il ricorso del contribuente.
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
· per saperne di più su n. 1/08 ORIZZONTI
· News da admin

Articolo più letto su n. 1/08 ORIZZONTI:
Campoforogna ieri e oggi

Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato