Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
29 Apr 2017   05:40
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 2 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

Parrocchia di Vazia
Inviato da : admin Lunedì, 24 Novembre 2008 - 11:28
Parrocchia di Vazia
Chiuso per ferie...mai!!!

Dopo lo spettacolino dell’otto giugno per la chiusura del corso danza, e i saluti a tutti coloro che hanno collaborato, in un modo o nell’altro, alla buona riuscita delle iniziative parrocchiali attivate e portate a buon fine tra l’entusiasmo di tutti, pensavamo ingenuamente di appendere il classico cartello chiuso per ferie.


...Ma da noi mai! Al massimo chiuso per riposo settimanale, fra un iniziativa e l’altra!
Cosi appena svuotate le sale parrocchiali dal catechismo, lezioni di danza, incontri con la psicopedagogista, laboratorio creativo… ecco il nostro frizzante gruppo di giovani signore che subito ha pensato di sperimentare un centro estivo, a disposizione dei piccoli del quartiere, ora liberi dall’impegno scolastico e vogliosi di convogliare la loro esuberante vivacità in attività ludico-ricreative, e perché no anche in un po’ di spiritualità.
Abbiamo parlato di esperimento, un ottimo esperimento! Che ha riscosso adesioni e applausi. Pomeriggi all’insegna di giochi organizzati, di lezioni di teatro dialettale, di esercizi di majorette, per non parlare della merenda, mai uno spuntino a caso, anche lì l’intento indiscutibile di educare ad una giusta e genuina alimentazione. Non è mai mancato il ciambellone fatto dalla mamma di turno, la pizza fatta in casa dalla solita volontaria, l’immancabile cocomero estivo, e l’insostituibile merendina confezionata.
Una parrocchia brulicante di piccoli scatenati, di minuscole mani che infilano collanine fatte di pasta, e di giovani  pazienti volontari dediti a contenere, insegnare, e proteggere tutti.
Peccato solo per quindici giorni! Ma la finale è stata degna dei fuochi di Morsani. Un venerdì pomeriggio interminabile, giochi senza frontiere, (peccato non aver l’età per partecipare…), un commedia in vernacolo ambientata in una scuola vecchio stampo, con l’immancabile Pierino e il filosofeggiante bidello.
Fatta sera, un Agape in piena regola non poteva mancare, come sempre da noi il tutto condito con tanta simpatia, allegria, comunione d’intenti, ma d’altronde siamo in parrocchia dove su tutto veglia un  amoroso e benevolo sorriso. Quanta malinconia nel salutarci! nessuno voleva essere il primo ad andare via, un pensiero ci consolava, noi non chiudiamo mai!
Nel frattempo la Caritas Parrocchiale ha risposto prontamente alla richiesta di aiuto, che la “casa famiglia” di Cantalice  ha indirizzato al cuore di tutti, e promuovendo una cordata di mani tese è riuscita ad assicurare un versamento trimestrale per impedire la chiusura di tale struttura e risollevare il morale degli assistiti. Poiché senza nessun sostegno erano seriamente preoccupati per il loro futuro. Ora il gruppo Caritas sta già preparando un programma d’intenti per la stagione invernale in arrivo, cercando di cogliere al volo proposte e indicazioni  anche solo timidamente accennate.
A Settembre nel frattempo ricco programma per i festeggiamenti della Madonna, idee nuove e vecchie, tutto per esserci, ed esserci alla grande.
E a proposito di esserci , il corso danza «In punta di piedi …» il giorno 11 settembre alle ore 17, è ospite del Museo Civico alla presentazione dei progetti annuali che il Museo propone alle scuole.
Nel suggestivo Chiostro di Santa Chiara, le nostre ragazze proporranno dei balletti ispirati ai temi presentati, «la figura femminile nell’arte» e «Lo sport nel mondo antico», sicuri che saranno all’altezza del compito, facciamo loro i nostri migliori auguri!
Audino Maria Teresa
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
· per saperne di più su n. 3/08 ORIZZONTI
· News da admin

Articolo più letto su n. 3/08 ORIZZONTI:
Oggetti creati dall’uomo

Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato