Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
17 Dic 2017   16:51
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 2 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

Tutto esaurito al Guidobaldi
Inviato da : admin Mercoledì, 26 Novembre 2008 - 18:52
Tutto esaurito al Guidobaldi
Come al solito il patron Sandro Giovannelli ha allestito una competizione di altissimo livello invitando a Rieti il meglio dell’atletica internazionale tra cui 24 atleti medagliati alle ultime olimpiadi di Pechino.
Le prime a scendere in campo sono state le atlete del martello femminile tra le quali si è imposta con la misura di 74,71 m la cubana Yipsi Moreno medaglia d’argento a Pechino. Dopo le due semifinali dei 100m dominate da Asafa Powell con il tempo di 9,77, è stata la volta dei 400m a ostacoli maschili vinti dal sudafricano Van Zyl e dei 400 m che hanno visto imporsi Gary Kikaya. 

Dopo il successo del keniano Alfred Yego negli 800 maschili, Asafa Powell ha tentato di strappare il record del mondo al suo connazionale Usain Bolt nella finale dei 100, ma condizionato anche da una falsa partenza, non è andato oltre il tempo di 9,81. A seguire, nella gara del miglio femminile l’etiope Gelete Burka ha vinto stabilendo la miglior prestazione mondiale dell’anno con il tempo di 4:18,23 che le è valso anche il record continentale africano. Nuovo primato stagionale anche nei 3000 metri maschili dove il keniano Edwin Cheruiyot Soi ha chiuso con il tempo di 7:31,83. Nella velocità femminile tutto fila secondo pronostico con le vittorie sui 100 e 200 delle giamaicane Shelly Ann Fraser e Shericka Williams. Un po’ di delusione nella gara dei 5000 m femminili dove la campionessa  olimpica della specialità, Tirunesh Dibaba non è riuscita a migliorare il record del mondo che aveva stabilito quest’anno ad  Oslo, e nel salto in lungo maschile in cui l’idolo di casa Andrew Howe non è andato oltre un modesto 8,02. Al termine del meeting un entusiasta Sandro Giovannelli ha dichiarato: «Non sono arrivati record del mondo, ma abbiamo assistito a tre ore di atletica di altissimo livello. Ottimi tempi, ottime performance, ottimo pubblico. Peccato solo per le condizioni meteo nella prima parte della giornata e per i problemi fisici ad una delle lepri nei 5000 metri femminili della Dibaba: non è riuscita a portare l’etiope sin dove previsto e inevitabilmente il tempo finale ne ha risentito».
A.D.A.
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
· per saperne di più su n. 3/08 ORIZZONTI
· News da admin

Articolo più letto su n. 3/08 ORIZZONTI:
Oggetti creati dall’uomo

Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato