Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
17 Dic 2017   16:52
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 2 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

Rieti ieri ed oggi
Inviato da : admin Giovedì, 15 Ottobre 2009 - 10:45
Un libro di Luigi Bernardinetti
Presentazione del volume Rieti ieri ed oggi
Quale aspetto presentava la città di Rieti 150 anni addietro, oppure 50 anni fa, o in un tempo ancor minore?
Nel libro RIETI IERI ED OGGI, che verrà presentato prossimomente al pubblico presso la biblioteca comunale, sono riportati con dovizia di particolari quasi tutte le trasformazioni che Rieti ha subito nella sua storia, con particolare riferimento agli ultimi 150 anni.


Le circa 500 fotografie della Rieti scomparsa, contenute nel volume, creano l’opportunità di ricostruire la storia urbanistica e mostrano una lunga serie di cambiamenti che forse, la mente dell’uomo, che vive la quotidianità cittadina, difficilmente registra nella sua interezza.
In ognuno dei dieci capitoli del volume, si evidenziano la successione degli interventi edili e le modifiche dell’arredo urbano con assoluta onestà di intenti e con la massima imparzialità. Si viene a conoscenza, ad esempio, di tutte le vicende che caratterizzarono l’abbattimento della barriera di porta Cintia, e si descrive il percorso degli ipogei che attraversano l’acropoli cittadina. Si mostrano i reperti ar-cheologici che testimoniano l’esistenza della prima cinta muraria romana e si descrivono le diverse circostanze che dettero vita ai diversi istituti scolastici reatini. Un capitolo a parte, l’ultimo del volume, fornisce l’elemento valutativo finale per far capire come una città può socialmente mutare sotto il proprio sguardo.
Luigi Bernardinetti, autore del libro, ha impiegato tre anni interi per comporre quest’opera che in realtà è la quarta edizione, la prima delle quali fu stampata nel 1975, per conto della Banca Popolare di Rieti che in quell’anno celebrava il suo centenario di fondazione.
A quel primo volume, stampato in collaborazione con Guglielmo De Francesco che fornì molto materiale fotografico, e corredato da disegni di Titti Saletti, seguirono altre due edizioni in copia anastatica, ed in totale furono stampate circa 4.000 copie.
Per i testi di quel volume, nel 1980 Luigi Bernardinetti ricevette a Roma l’ambito riconoscimento della «Targa Europa» nel settore della saggistica, che fu assegnato ex aequo a Leo Solari, e nella circostanza ebbero analoga valutazione Walter Tobagi alla cui memoria fu assegnato il premio per il giornalismo, Carlo Azelio Ciampi per l’economia, Rocco Condoleo per la giurisprudenza, Sante Monachesi per la pittura, Pierre Carnac per la scienza, Claudio Summa per la medicina, Angelo Romeo e Luigi Zampa per lo spettacolo, Ilario Castagner e Nando Martellini per lo sport, Mario Scaccia e Giusi Raspani Dandolo per il teatro, Amedeo Postiglione per l’ecologia e Cesare Esposito per l’architettura.
L’edizione del 1975, che si trova presso la biblioteca comunale, riceve una media annua di 400 visite, oltre alle ulteriori consultazioni che sono richieste presso l’archivio dello Stato di Rieti.
La nuova edizione si compone di circa 950 pagine che contengono circa mille fotografie e oltre 70 figure o disegni, la maggior parte elaborati dalla pittrice reatina Matilde Fallerini e molte mappe o piante della città, fornite dall’Archivio di Stato di Rieti. Circa 400 pagine di testo forniscono le spiegazioni delle fotografie, dei disegni e di tutte le altre diverse raffigurazioni.
Il testo ricorda, tra l’altro, migliaia di famiglie reatine, scomparse o viventi, che in qualche modo hanno contribuito alla stesura di questo volume, e centinaia di professionisti che hanno progettato le varie strutture cittadine e le imprese di costruzione che le hanno realizzate.
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato