Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
24 Giu 2017   22:49
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 2 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

39 edizione del meeting Città di Rieti
Inviato da : admin Giovedì, 15 Ottobre 2009 - 15:38
39 edizione del meeting Città di Rieti
...Il merito del successo va riconosciuto come sempre al patron Sandro Giovannelli che, dopo aver visto  cadere nel vuoto ogni suo appello per la costituzione di una fondazione che possa garantire nuove prospettive e lunga vita alla competizione, si è rimboccato le maniche ed in pochi giorni è riuscito ad allestire gare di alto livello. Prima delle gare, un momento di grande commozione con il ricordo delle vittime reatine non del terremoto del 6 aprile che ha distrutto L’Aquila. Poi sono iniziate le competizioni.


Il miglior risultato è arrivato negli 800 metri maschili dove il keniano David Rudisha si è imposto realizzando il primato stagionale mondiale con il tempo di 1:42:01. Altre prestazioni di rilievo sono state realizzate nei 100 metri piani maschili, dove Asafa Powell, nonostante il forte vento contrario, è riuscito ugualmente a scendere  per la cinquan-tottesima volta in carriera sotto il muro dei 10 secondi facendo registrare il tempo di  9,99 e nel lancio del disco femminile dove la cubana Yarelis Barrios si è imposta con la misura di 64,95 metri ed in generale sulle gare di mezzofondo. Deludenti invece le gare dei salti condizionate dalle avverse condizioni climatiche. Male gli azzurri in gara, soprattutto gli atleti di casa Simone Collio e Roberto Donati i quali, certamente non hanno brilllato classificandosi rispettivamente quinto e sesto nella prima semifinale dei 100 metri. Malissimo Giuseppe Gibilisco che, disturbato anche dal forte vento non è riuscito a superare la misura di 5,52 metri nel salto con l’asta.
 Grandi protagonisti invece i giamaicani che oltre al successo di Po-well si sono anche aggiudicati quasi tutte le gare di velocità: Dwight Thomas si è aggiudicato i 110 ostacoli maschili mentre i 100 ostacoli femminili hanno visto il successo della campionessa olimpica in carica Brigitte Foster Hilton.
Succesi anche per Shelly Ann Frazer sui 200 metri femminili e di Kerron Stewart sui 100 femminili. Purtroppo a tenere banco più delle competizioni sono state soprattutto le voci che vedono il futuro del meeting sempre a rischio. Eloquenti a tal proposito le parole di Roberta Giovannelli, manager della manifestazione e figlia del patron Sandro:«Sia soddisfatti sia dei risultati che dell’organizzazione. È stata una stagione molto dura e non tutti gli atleti erano al 100%» Interrogata sul futuro della manifestazione ha così risposto: «Fermarsi a trentanove edizioni sarebbe un peccato. Non so ancora cosa decida di fare mio padre, comunque di idee ce ne sono tante. Però per metterle in pratica per la prossima edizione serve l’aiuto ed il contributo di tutti fin da subito»
A.D.A
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato