Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
17 Dic 2017   18:45
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 3 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

Dall’ADUSBEF Pillole per i contribuenti
Inviato da : admin Mercoledì, 15 Settembre 2010 - 15:27
Dall’ADUSBEF Pillole per i contribuenti
In questo articolo saranno trattati problemi della quotidianeità, molto utili per i consumatori.
I) L’aliquota IVA da corrispondere per il consumo del gas utilizzato per cucinare è del 10% e non del 20% come preteso dall’ente erogatore.


Il consumatore ha diritto di recuperare le somme pagate in eccedenza e relative agli ultimi dieci anni, prescrivendosi  il diritto  dopo il decorso dell’indicato termine.
II) L’aliquota del 10% corrisposta dal consumatore per la T.A.R.S.U. non è dovuta, secondo una recente sentenza della Suprema Corte di Cassazione.
Infatti, la T.A.R.S.U. è una tassa e non un’imposta; per cui non si può applicare l’IVA su di una tassa.
III) C.M.S. – C.A.
Attenzione alle sigle.
Riflettano i conto correntisti!
La C.M.S.  è la commissione di massimo scoperto che le banche applicavano ai conti correnti affidati con apertura di credito.
Il C.A. è il corrispettivo sull’accordo in un c/c, previsto dall’art.2 bis della L. n°2/2009 che è entrata in vigore nel giugno del 2009.
Il nuovo regime prevede  le seguenti casistiche:
A) Utilizzi entro i fidi: la banca applica il C.A. (corrispettivo sull’accordato);
B) Utilizzi extra fido: la banca applica un tasso di sconfinamento all’intero ammontante dell’importo utilizzato, qualora lo sconfinamento si protragga oltre 5 gg. consecutivi;
C) Assenza di fido: oltre al tasso di sconfinamento sarà applicata una commissione di istruttoria urgente (non lieve!) secondo quanto riportato,ma che può variare da banca a banca:
- zero per utilizzi fino a € 100,00
- € 50,00 per importi tra € 100,00 e € 3000,00
È opportuno che il consumatore faccia esaminare gli estratti conto all’esperto dell’ADUSBEF,potrebbe avere piacevoli e gradite sorprese.
IV) CARTA REVOLVING
Come noto essa è una normale carta di credito che consente di rimborsare a rate il saldo di fine mese.
Ad ogni utilizzo la disponibilità della carta diminuisce, allo stesso tempo man mano che il titolare rimborsa le spese con le rate mensili la disponibilità sulla carta si ripristina.
La rata minima viene in genere scelta dal cliente alla sottoscrizione del contratto.
Tale rata può essere fissata in valore assoluto (es. € 50 al mese) oppure in percentuale (es. il 10% dell’importo dovuto).
Ad ogni rimborso si ricostruisce il credito originale messo a disposizione della carta.
Gli interessi sono calcolati in base ai parametri stabiliti per contratto.
Il TAN è il tasso annuale nominale che non tiene conto delle spese e delle commissioni ed esprimere il tasso d’interesse.
Il TAEG è il tasso Annuo effettivo Globale, cioè il costo effettivo del finanziamento  e comprende le spese obbligatorie.
Il TAEG comprende: 1) il tasso di ingresso; 2) il tasso a regime; 3) le spese di istruttoria; 4) le spese gestione incasso rata; 5) spese amministrative; 6) spese per invio estratto conto; 7) commissione sul prelievo contanti; 8)  commissioni su eventuali ritardi di rimborso  rata; 9) commissioni e penalità per superamento del limite di credito.
L’ADUSBEF fà sapere che il titolare di una carta revolving  può chiedere in restituzione le maggiori somme corrisposte a titolo di capitalizzazione composta, spese, interessi di mora ed oneri diversi eccedenti i  limiti di cui al tasso soglia dell’usura ex L. 108/1996.
Basta esaminare il contratto e gli estratti conto per stabilire  quanto indebitamente ha richiesto  l’emittente della carta revolving.
di Augusto Principi
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
· per saperne di più su n. 2/10 ORIZZONTI
· News da admin

Articolo più letto su n. 2/10 ORIZZONTI:
Lello Micheli (musicista)

Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato