Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
30 Apr 2017   22:32
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 2 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

Rieti: Incontri sul tema della droga
Inviato da : admin Giovedì, 20 Ottobre 2011 - 17:31
Guardia di Finanza: Incontri sul tema della droga presso le scuole
Si è tenuto nei giorni scorsi, presso la Scuola Media Statale «Angelo Sacchetti Sassetti» di Rieti, il primo incontro con le scolaresche nell’ambito dell’iniziativa «Educare alla legalità: incontri sul tema della droga», promossa dal Comando Generale della Guardia di Finanza e dal Ministero della Pubblica Istruzione.


L’iniziativa, di respiro nazionale, scaturisce dalle richieste che numerosi istituti scolastici hanno rivolto alla Guardia di Finanza per effettuare dimostrazioni delle unità cinofile anti-droga, nell’ambito di progetti educativi finalizzati a promuovere la conoscenza del fenomeno da parte degli studenti e a prevenire i connessi dele-teri effetti di cui, sempre più spesso, sono vittima i giovani  in età adole-scenziale.
L’incontro in questione – organizzato dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rieti e dal Dirigente Scolastico, Prof. Giovanni Luca Barbonetti - ha registrato la presenza di oltre un centinaio di studenti della scuola, accompagnati dai rispettivi insegnanti, che, dopo la visione di un breve video di presentazione, hanno attivamente partecipato al successivo dibattito, nel corso del quale sono stati affrontati il tema della pericolosità delle droghe e l’attività dei reparti cinofili della Guardia di Finanza.
Al termine della discussione le unità cinofile del Gruppo Pronto Impiego di Roma hanno effettuato una dimostrazione dell’attività operativa svolta dai cani antidroga, con la simulazione della ricerca degli stupefacenti tra una fila di bagagli e sulla persona, suscitando il vivo interesse di alunni ed insegnanti.
L’iniziativa proseguirà presso altri Istituti  scolastici che ne faranno richiesta, al fine di diffondere quanto più possibile la conoscenza del fenomeno.
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato