Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
23 Ago 2017   13:52
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 2 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

A’ Scampanacciata
Inviato da : admin Lunedì, 07 Ottobre 2013 - 17:40
A’ Scampanacciata
Fino all’irrompere della «modernità» nei paesi della Valle, ossia fino al tardo secondo dopo guerra, tra le tante consuetudini che i tempi antichi avevano tramandato, c’era la «Scampanacciata». Era un concerto aberrante nel quale era di regola la cacofonia: coperchi e a pentole battuti senza alcun ritmo insieme a rumori vari ottenuti nelle maniere più improbabili: fischi, urla scomposte, grida allusive in un frastuono udibile in quasi tutto il paese.
Lo scempio non durava molto e si risolveva, fra schiamazzi, risate e commenti osceni in poco tempo quanto bastava per rompere il silenzio dei paesi deserti, addormentati e immersi in una più o meno profonda oscurità.


La cerimonia rusticana, poiché di questo si trattava, si scatenava a sottolineare alcune situazioni particolari: le seconde nozze di un vedovo, o di una vedova, l’unione di un anziano con una giovanissima o viceversa, situazioni tutte che, in qualche modo, uscivano dalla normalità. Ancora più scalpore suscitava la scampanacciata quando i paesani, solo maschi, si scatenavano per sottolineare  adulteri più o meno conclamati, accettati dall’altro coniuge ed allora potevano scatenarsi alterchi non sempre senza conseguenze.
Oggi, con l’imperante «modernità» anche questa, come tante altre antiche usanze giunte fino a noi da tempi immemorabili, non esistono più sacrificati sull’altare del rifiuto di tutto ciò che, in qualsiasi modo, possa ricordare le antiche origini. E la rifiutata semplicità di vita delle generazioni precedenti
Pietro Carrozzoni
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
· per saperne di più su n. 2/13 ORIZZONTI
· News da admin

Articolo più letto su n. 2/13 ORIZZONTI:
La tessitrice

Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato