Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
30 Apr 2017   22:31
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 3 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

Un’estate importante
Inviato da : admin Sabato, 09 Novembre 2013 - 17:50
Un’estate importante per la Banda Musicale di Lisciano
La Banda Musicale «G. Verdi» di Lisciano ha partecipato nell’estate appena trascorsa a tre importanti appuntamenti. In primo luogo ha preso parte alla 37° «Festa de RaBands», ovvero Festa delle Bande, manifestazione che si tiene a Cortina D’Ampezzo ed è uno degli appuntamenti più tradizionali dell’agosto ampezzano che vede partecipare e sfilare lungo le vie del paese numerosi gruppi musicali, folkloristici e di tradizione locale.La Banda quest’anno ha avuto l’onore di prendervi parte e con l’occasione è stata organizzata una gita per visitare le splendide Dolomiti, alla quale hanno preso parte anche numerose persone esterne al gruppo musicale.


Dopo la partenza avvenuta all’alba è stata effettuata una breve pausa pranzo nella graziosa città di Ferrara con la visita al suo maestoso castello. Nel tardo pomeriggio si è giunti a Borca di Cadore per sistemarsi nell’hotel più antico della Valle del Cadore; un’imponente struttura contornata da un vasto parco privato che ospita daini, barbagianni, gufi reali, falchi ed aquile, questi ultimi protagonisti anche di spettacoli di falconeria. Nei due giorni seguenti il gruppo ha preso parte a due bellissime escursioni nel vicino Trentino Alto Adige: il primo giorno è avvenuta la visita al Lago di Braies, un lago alpino le cui acque d’estate si tingono di uno splendente verde smeraldo; era possibile aggirare l’intero lago a piedi, camminando tra larici ed abeti o noleggiare piccole barche nella baita all’inizio del sentiero, che è stata tra l’altro il set di una popolare fiction. Per il pranzo ci si è spostati a San Candido, dove era possibile raggiungere una splendida baita a 1500 m mediante una seggiovia e gustare prelibati piatti tipici della tradizione locale. Per tornare al paese era possibile poi scendere lungo una pista di fun bob, divertente attrazione sia per grandi che piccini.
Altra escursione è stata quella delle Tre Cime di Lavaredo ad oltre 2400 m di quota; era possibile aggirare interamente le tre cime in oltre 3 ore di cammino tra rocce, ruscelli, mucche allo stato brado e verdi prati alpini. Lungo il percorso era possibile anche ristorarsi nei vari rifugi presenti lungo il sentiero.
Dopo aver goduto di panorami mozzafiato è arrivata l’ora del concerto della Banda di Lisciano, che si è tenuto nella piazza di Cortina D’Ampezzo, in particolare nella «Conchiglia», un palco interamente realizzato in legno in cui si tengono numerosi concerti. Il concerto è stato un vero successo, nonostante l’ansia di suonare difronte ad una piazza colma di ascoltatori; dopo l’esibizione c’è stato lo scambio di cesti contenenti prodotti tipici del nostro territorio, donati alla Banda Musicale di Cortina d’Ampezzo (organizzatrice dell’evento) ed alle autorità locali.
Il clou della manifestazione c’è stato però il giorno seguente, con la tradizionale sfilata lungo le vie del centro cittadino, quando oltre 50 gruppi, tutti accompagnati dai bambini porta cartello e dalle hostess, si sono disposti uno dietro l’altro per arrivare, a tempo di marcia al Largo delle Poste, un immenso piazzale invaso da circa 800 musicanti per un tripudio di colori e strumenti musicali tutti accomunati dalla stessa passione. L’evento si è concluso con il tradizionale con-certone finale in cui sono stati eseguiti tre brani all’unisono.
La gita si è conclusa con la visita alla Diga del Vajont, scena di una devastante tragedia avvenuta negli anni ’60 e della città di Padova con la Basilica di Sant’Antonio da Padova.
Appena tornata dallo splendido soggiorno, la Banda è stata coinvolta nelle riprese dello show gastronomico «Grandma’s Boy», programma in cui il blogger Irlandese Donal Skehan incontra una nonna del territorio per imparare i segreti dell’arte culinaria sabina. La puntata ha avuto come scenario il territorio reatino ed in particolare, la scena in cui la Banda è stata protagonista è stata girata nel paese di Poggio Bustone. Un pomeriggio diverso per i ragazzi del gruppo musicale che si sono divertiti durante le riprese ed hanno scherzato con il protagonista del programma.
La puntata verrà trasmessa prossimamente su Fox International.
Il 5 settembre appena trascorso la Banda ha infine prestato servizio per la partita Italia-Belgio, valida per le qualificazioni agli Europei 2015 Under 21 e trasmessa in eurovisione.
Un’esperienza emozionante in cui il complesso bandistico ha sfilato a tempo di marcia lungo il campo di gioco per poi disporsi dietro le due squadre ed intonare l’Inno Nazionale del Belgio e poi l’Inno Nazionale d’Italia.
Una stagione positiva per questa Banda che oltre ai normali servizi, partecipa ad eventi di particolare visibilità e rilevanza sempre dimostrando impegno e professionalità.
di Valentina Perotti
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
· per saperne di più su n. 3/13 ORIZZONTI
· News da admin

Articolo più letto su n. 3/13 ORIZZONTI:
La Montagna di tutti

Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato