Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
21 Ago 2017   00:52
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 1 visitatore e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

Arte, Cultura e Solidarietà al Terminillo
Inviato da : admin Martedì, 31 Ottobre 2006 - 15:58
Arte, Cultura e Solidarietà al Terminillo:
un progetto di AEDES-ONLUS

AEDES ONLUSCon l’intervento dell’Assessore alla Cultura e Spettacolo del Comune di Rieti Prof. Gianfranco Formi-chetti è stata inaugurata il 15 luglio 2006 sul Terminillo,  la Rassegna di opere d’Arte «Maestri Contemporanei del ’900» promossa da AEDES - Associazione per la promozione dell’Arte e della Cultura - ONLUS, con il patrocinio del Comune di Rieti e dell’Assessorato alla Cultura, Spettacolo e Sport della Regione Lazio. L’evento rientra  nell’ambito di un più ampio progetto culturale che l’Associazione ha messo in atto già dallo scorso anno per la valorizzazione delle risorse umane ed artistiche del territorio della provincia di Rieti.


La rassegna  che è stata allestita  nella  Galleria  d’Arte del Terminillo di Via dei Villini 17, è  rimasta aperta fino al 23 luglio ed ha  costituito una opportunità unica per ammirare direttamente le opere create da alcuni tra i maggiori Maestri dell’Arte Contemporanea italiana. Notevole il successo di pubblico ed altissimo il gradimento riscosso dalla pregevole raccolta di capolavori dell’arte italiana presentata da Aedes. Erano infatti esposte opere di Borghese, Brindisi, Cazzaniga, De Chirico, Farinelli, Fiume, Giorgi, Gonzaga,  Maccari, Nun-ziante, Schifano, Treccani,  Vespigna-ni: nomi ben noti agli amatori ed ai collezionisti dell’arte contemporanea italiana.
Ciascun opera è stata presentata al pubblico presente all’inaugurazione dal critico Felice Ferdinando Si-lanos con una ricchezza di particolari e di aneddoti sugli autori che hanno regalato ai presenti la sensazione di essere in visita ad un piccolo museo. Più volte il prof. Silanos ha sottolineato la valenza culturale della Rassegna e l’opportunità di riproporre l’iniziativa, in ciò supportato da quanto aveva espresso in precedenza l’Assessore alla Cultura Gianfranco Formichetti che, nel suo intervento di apertura aveva sottolineato quanto siano importanti per il comune di Rieti eventi come questi che portano ad una crescita artistica e culturale dell’intero territorio reatino ed in particolare del Terminillo lanciato a riprendersi il suo naturale ruolo di «Montagna di Roma».
Tra i presenti, oltre a numerosi artisti a dimostrazione dell’interesse suscitato dall’evento, il Presidente dell’Amministrazione dei Beni Civici di Vazia  Vinicio Munalli,  a sottolineare il forte legame di amicizia e di collaborazione che lega Aedes e l’Amministrazione nonché la comune visione  per il sociale che unisce le due istituzioni.
Ma cosa è AEDES e quali sono i suoi fini istituzionali?
AEDES è una Associazione nata nel 2005 per promuovere l’Arte e la Cultura come mezzo di formazione e di comunicazione sociale ed ha ottenuto lo stesso anno il riconoscimento di Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (ONLUS). Le finalità e le linee di azione che guidano le attività e le iniziative dell’Associazione  sono le seguenti : 
-     promuovere la cultura e l’arte tra i giovani e le persone appartenenti a determinate categorie sociali disagiate; 
- favorire la diffusione di nuove conoscenze artistiche che possano anche tradursi in nuovi sbocchi professionali per i giovani; 
-     valorizzare le risorse artistiche umane che già operano nel mondo dell’arte e sollecitarne la nascita di nuove; 
-     mettere a disposizione di tutti gli artisti emergenti un valido supporto formativo, tecnologico ed organiz-zativo ma anche un bagaglio di esperienze di diversa natura ed in settori diversi: l’esperienza di tutti coloro che vivono il mondo dell’arte e della cultura. 
L’Associazione annovera tra i suoi soci fondatori il Maestro Ezio Farinelli, artista ben noto nel mondo dell’arte contemporanea. Il Maestro è di origine reatina e, benché viva e lavori a Roma da oltre quaranta anni,  è rimasto particolarmente legato alla sua terra di origine. E’ lui il «motore» artistico dell’Associazione ed è anche grazie alla sua idee ed alla sua inesauribile vitalità che è stato possibile realizzare i vari eventi culturali promossi dall’Associazione in questo suo primo anno di vita.
Coloro che sono interessati a saperne di più possono accedere liberamente al sito internet dell’Associazione (www.associazioneaedes.it) ed avranno anche la possibilità di ammirare le opere degli artisti, italiani e stranieri, che hanno già aderito all’Associazione.
Sul web di Aedes troverete la seguente frase: «La mente che si apre  ad una nuova idea non torna mai alla dimensione precedente». È stata scritta da  Albert Einstein ma, senza voler peccare di presunzione, mi piace aggiungere: ...«e  Arte e Cultura sono due meravigliose chiavi per aprire la nostra mente e per farla crescere senza limiti».
Domenico De Maio
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato