Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
21 Ago 2017   01:01
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 2 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

Sciare in sicurezza
Inviato da : admin Venerdì, 19 Gennaio 2007 - 16:05
Sciare in sicurezza
L’affaticamento e l’imprudenza sono i peggiori nemici dello sciatore
di Franco Ferriani
Alcuni pratici suggerimenti che possono ridurre i rischi sulle piste di sci e in montagna in generale.

LA PRUDENZA
¨    Siate sempre vigili, valutate, senza presunzione, la vostra preparazione fisica e tecnica, scegliete le piste più idonee alle vostre capacità sciistiche;
¨    è buona norma effettuare la ginnastica prescistica prima della stagione invernale;
¨    l’affaticamento è il nemico più subdolo dello sciatore. È statisticamente provato che la stanchezza, anche se non ve ne accorgete, è più insidiosa intorno all’ora del pranzo e in particolare in prossimità delle ore 13 e  14, per poi ripresentarsi alla fine della giornata di sci;
¨    non toglietevi mai e per nessuna ragione gli sci in presenza di neve dura o gelata sui pendii ripidi. Gli scarponi di plastica  non intaccano la neve  in queste condizioni, vi fanno perdere l’equilibrio e scivolare a valle con grande pericolo.

¨    la prudenza insegna a praticare solamente le piste preparate, battute e segnalate. In caso di nebbia non avventuratevi nei fuori pista, potreste perdere l’orientamento e imbattervi all’improvviso in ostacoli  inevitabili;
¨    le occasioni per fare i fuoripista ci sono, ma la neve non deve presentare una superficie molto dura o ghiacciata, oppure molto bagnata per le alte temperature (o  nebbia) perché «sfonda» ed è la maggiore responsabile di fratture e infine non deve essere un pendio particolarmente ripido;
¨    evitate di sciare in prossimità di ostacoli fissi quali alberi rocce, manufatti etc…. Evitate, come già accennato, i fuoripista, specie quelli con ripidi pendii e con neve ghiacciata, ma se vi capita, dirigetevi lentamente verso i pendii più facili muovendovi trasversalmente alla pendenza spostando tutto il peso del corpo sullo sci a valle in modo che la laminatura, opportunamente angolata, offra una buona aderenza;

LA SICUREZZA

Prima di mettervi gli sci controllate con attenzione la vostra attrezzatura:

1.    gli attacchi possono essere mal regolati:
2.    gli sci vecchi e sfibrati;
3.    evitate i tessuti delle tute lisci e scivolosi;
4.    gli scarponi calzati male e poco aderenti;
5.    non mettete nelle tasche oggetti contundenti;
6.    se noleggiate le attrezzature, verificate la loro qualità e il loro stato;
7.    imponete ai vostri bambini l’uso del casco. E’ una protezione molto affidabile;
8.    evitate di lasciare andare, senza accompagnatore adulto, i bambini piccoli, soprattutto sulle seggiovie;
9.    ricordate che gli sky-pass vanno tenuti lontano dal campo magnetico dei cellulari altrimenti possono smagnetizzarsi.


SULLE PISTE
¨    non sostate nel mezzo delle piste di discesa, ma fermatevi ai margini;
¨    rispettate le precedenze: chi scende alla vostra destra passa per primo;
¨    non frequentate le piste molto affollate e fate attenzione a valutare gli spazi necessari per curvare oppure fermarvi;
¨    segnalate al personale degli impianti eventuali corpi estranei pericolosi sulle piste o altre anomalie;
¨    rallentate quando le vostre gambe accusano stanchezza;
¨    se vi imbattete in un infortunato avvertite tempestivamente gli addetti agli impianti fornendo informazioni precise;
¨    ricordate che le piste sono riservate ad un pubblico con capacità sciistiche di vario livello e non sono preparate per l’agonismo. In caso di gare il tracciato deve essere inibito con l’esposizione di cartelli «pista chiusa»;
¨     non vi fate prendere dallo stimolo della velocità, bensì moderatela sempre valutando che non siete i soli in pista;

SUGLI IMPIANTI DI RISALITA
 
¨    rallentate quando arrivate alle partenze degli impianti, evitate di dare spettacolo;
¨    non fate lo slalom sulle risalite delle sciovie e soprattutto non esercitate trazioni laterali. La fune dell’impianto potrebbe «scarru-colare», quindi  seguite sempre la pista tracciata. Eviterete così il pericolo per voi, per gli altri e per lo stesso impianto;
¨    non sciate in prossimità delle piste di risalita delle sciovie  e degli impianti in genere, e, se cadete, non scendete calpestando le piste di risalita;
¨    non sganciatevi senza un serio motivo dalle sciovie durante il percorso;
¨    i bastoncini da sci vanno sempre tenuti liberi dai polsi e posti nella mano che si trova all’esterno rispetto al traino e alla fune delle sciovie.
Tutte queste raccomandazioni sono tutelate da leggi civili e penali che sanzionano le infrazioni.
 
L’ECOLOGIA E L’AMBIENTE

¨    Non gettate, ma raccogliete lattine di metallo e bottiglie di vetro o altri oggetti taglienti e/o contun-denti che talvolta potete trovate sulle piste, questi, cadendoci sopra, rappresentano un serio  pericolo oltre a deturpare l’ambiente;
¨    non gettate batterie scariche, medicinali, plastica e tutto ciò che può danneggiare l’ambiente e la pulizia della montagna.

N.B. a norma della legge regionale del Lazio n° 59/1983,vengono definite «piste» i tracciati correntemente manutenuti, battuti, segnalati ed eventualmente protetti con apposite attrezzature. Ciascuna pista prevede alla partenza la segnalazione descrittiva circa il livello di difficoltà. In particolare il colore verde indica le piste facili; il colore rosso quelle di media difficoltà e il colore nero le difficili adatte solamente agli sciatori «provetti».
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
· per saperne di più su n. 4/06 ORIZZONTI
· News da admin

Articolo più letto su n. 4/06 ORIZZONTI:
FISCO e CONTRIBUENTE

Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato