Orizzonti ieri, oggi e domani | Home | News | Cerca | Web Links | Raccomandaci | Invia News 
21 Ago 2017   01:04
Il giornale dell'Amministrazione Beni Civici di Vazia
Menu principale
On-line

Ci sono 2 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Lingue

Scegli la lingua:

San Giovanni Battista
Inviato da : admin Mercoledì, 07 Febbraio 2007 - 01:30
Lugnano
San Giovanni Battista: la chiesa da riscoprire
«Tra i vicoli caratteristici e storici di Lugnano esiste una meraviglia architettonica
che racchiude in se la tradizione socio-religiosa di un paese dalla storia gloriosa».


Tutti conoscono Lugnano come il centro della vita politico-economica del passato, nel nostro comprensorio era realmente il nucleo della società dei tempi andati.
Sede del comune e di un importante abbazia, Lugnano si è sempre distinto per la sua struttura,per la sua posizione di roccaforte costruita sulle pendici di un monte, proprio a dimostrazione della propria inespugnabilità.
I vicoli a misura d’uomo, le abitazioni costruite prevalentemente a sassi e le scale che collegano la zona inferiore a quella superiore sono tipiche del luogo.
Chiunque abbia la fortuna di avventurarsi nel cuore del paese, avrà la possibilità di respirare un’aria insolita, antica, tranquilla…insomma, tutto l’opposto dell’esistenza frenetica che si è costretti a condurre nella vita quotidiana.


Si è parlato dell’importanza di questo paese dal punto di vista religioso e, la testimonianza di tale fatto, era la presenza di 4 chiese; oggi  ne rimangono solamente 2: S.Maria della Misericordia o Cattedra e San Giovanni Battista.
Quest’ultima è forse l’opera architettonica più evidente se si guarda Lugnano dal basso.
Le mura antiche e maestose di questo luogo di culto sembrano sussurrare al visitatore la storia gloriosa del borgo di Lugnano, le cui origini risalgono al IV secolo d.C. quando, gruppi di persone, salirono sulla montagna dall’antica città di Vazia o Batia per sfuggire ai saccheggi dei barbari. Tutto ciò è descritto dettagliatamente in un affresco del palazzo Vescovile di Cittaducale, sul quale stemma c’è la seguente iscrizione: «Prole gigan-tea Lugnamini nobile dicar non temet hostiles gens animosa minas» (nobile per prole gigantesca sul detto lugnano non teme minacce ostili ma gente animosa).
La chiesa di S. Giovanni Battista presenta due ingressi: il principale si apre su una facciata massiccia dalle forme romaniche, il secondario è caratterizzato da un portone intagliato che dà accesso ad un vicolo adiacente; nell’angolo dei portali in questione sorge il campanile.
La chiesa subì innumerevoli danni in seguito al disastroso terremoto del 1703 e fu ricostruita dalle fondamenta; dopo pochi anni, nel 1738, divenne sede della Confraternita del Santissimo Sacramento.
Nata come chiesa parrocchiale, nell’800 fu sconsacrata e tutti i beni furono ceduti alla chiesa di Madonna del Passo.
S. Giovanni Battista, come molte altre chiese parrocchiali della diocesi di Rieti, è una di quelle in cui, ancora nel 1800, vi era l’usanza di «interrare nelle fosse delle chiese» i defunti, rituale caduto in disuso con la costruzione dei cimiteri.
Ma come tutti i popoli e i borghi del passato, anche lugnano conobbe la sua decadenza poiché le famiglie più abbienti iniziarono a trasferirsi nei casali del piano sottostante, il paesesi impoverì e mutò in una landa semi-abbandonata.
La vita religiosa subì un duro colpo e anche le opere architettoniche come la chiesa di S. Giovanni Battista furono abbandonate a se stesse. Oggi, proprio per lo stato in cui si trova il tempio, non è possibile ammirarne le bellezze e i pezzi unici conservati al suo interno;è triste pensare che la decadenza di una comunità sia sinonimo di oblio e di irriverenza nei confronti di un passato che, se salvaguardato da un atteggiamento di conservazione e di salvaguardia, potrebbe ancora dare ai cittadini del presente e del futuro innumerevoli soddisfazioni.
L’elemento che dovrebbe essere da stimolo per chi si occupa del patrimonio storico e  culturale dei paesi, è il senso di appartenenza, l’orgoglio di essere discendenti di  genti che hanno fatto la storia e che avrebbero messo in atto qualunque tipo azione per tutelare i propri beni. La chiesa di S. Giovanni Battista a Lugnano merita di essere guardata con un occhio di riguardo anche perché l’aspetto religioso di un popolo è una componente fondamentale per ognuno di noi, rappresenta momenti di storia indelebili; pensate solo a quanti battesimi, a quanti matrimoni e a quanti funerali tale tempio ha fatto da testimone silenzioso e, se si rimane in silenzio, si può ancora percepire il vocio della gente che, in tempi molto lontani, hanno riempito la navata del luogo di culto in questione.
Stampa la pagina Invia l'articolo ad un amico
 
Link correlati
· per saperne di più su n. 4/06 ORIZZONTI
· News da admin

Articolo più letto su n. 4/06 ORIZZONTI:
FISCO e CONTRIBUENTE

Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato

San Giovanni Battista | Login/crea un profilo | 0 Commenti
I commenti sono di proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.